Home > Catalogo > Axon > 1 | 1 | 2017 > Trattato tra Atene e Chio
cover
cover

Trattato tra Atene e Chio

Egidia Occhipinti    Ricercatrice indipendente    

VIEW PDF DOWNLOAD PDF

abstract

Nel 384 a.C. Atene verosimilmente rinnova un’alleanza difensiva con Chio sulla base dei principi di eleutheria e autonomia (ll. 20-1): il riferimento esplicito è alla pace del Re (ll. 9-12). Questi aveva stabilito che, fatta eccezione per Lemno, Imbro e Sciro, che rimanevano sotto il controllo di Atene, i Greci che abitavano al di fuori dell’Asia dovevano essere autonomi (Senofonte, Diodoro). La prima testimonianza epigrafica circa le relazioni tra Atene e Chio nel IV secolo a.C. proviene da un decreto attico del 388/387 a.C. promulgato in onore di un cittadino chiota (IG II2 23); fu probabilmente un importante esponente dei democratici, dal momento che in quegli anni l’isola era legata ad Atene da symmachia. Presumibilmente tale symmachia, essendo di carattere difensivo, non decadde con la pace di Antalcida (386 a.C.); di conseguenza il decreto di alleanza atenochiota del 384 a.C. costituirebbe un rinnovo della precedente alleanza. È evidente che nel 384 a.C. i democratici chioti sono al potere nell’isola: il riferimento al demos di Chio alla linea 16 del nostro decreto ne è, peraltro, una chiara indicazione. In questa sede si propone una nuova integrazione delle linee 6-7 del decreto di alleanza atenochiota e un’ipotesi interpretativa circa la composizione del rilievo, che potrebbe rappresentare Boule (accompagnata da Demos), Demos di Chio e Atena.

Pubblicato
30 Giugno 2017
Accettato
15 Novembre 2016
Presentato
30 Agosto 2016
Lingua
IT

Keywords: Eleutheria e autonomiaSenofonteImbroAteneBouleDemosPace del ReAlleanza difensivaAtenaAsiaLemnoSymmachiaChioDiodoroGreciSciro

Copyright: © 2017 Egidia Occhipinti. This is an open-access work distributed under the terms of the Creative Commons Attribution License (CC BY). The use, distribution or reproduction is permitted, provided that the original author(s) and the copyright owner(s) are credited and that the original publication is cited, in accordance with accepted academic practice. The license allows for commercial use. No use, distribution or reproduction is permitted which does not comply with these terms.