Home > Catalogo > Axon > 2 | 1 | 2018 > Lamina orfica da Ipponio
cover
cover

Lamina orfica da Ipponio

Rachele Cera    studioso indipendente    

VIEW PDF DOWNLOAD PDF

abstract

La lamina di Hipponion (odierna Vibo Valentia) è stata rinvenuta nel 1969 all’interno di una necropoli situata nella parte bassa della città; viene datata tra V e IV a.C. Il supporto materiale dell’iscrizione è una lamina d’oro, la quale, al ritrovamento, si presentava ripiegata quattro volte, probabilmente per celare a occhi indiscreti il sacro testo contenuto al suo interno. Il documento presenta una scrittura progressiva destrorsa e si compone di sedici versi. Il contenuto della lamina si articola attorno al tema dell’iniziazione orfico-pitagorica, incentrata in questo caso sull’accompagnamento del defunto nel viaggio nell’oltretomba. La guida principale che si svela sin dal primo verso è la divinità femminile Mnemosine, madre delle Muse, la quale assume una funzione prettamente salvifica, poiché gli iniziati possono trovare la salvezza esclusivamente dissetandosi alla sua fonte. Il testo presenta una vera e propria geografia infera, atta a condurre il defunto iniziato alla liberazione dal ciclo delle reincarnazioni, condanna spettante a coloro che non abbiano partecipato all’iniziazione ai misteri.

Pubblicato
29 Giugno 2018
Accettato
28 Aprile 2018
Presentato
05 Marzo 2017
Lingua
IT

Keywords: MisteriLaminaIniziazione orfico-pitagoricaIpponioOltretombaSalvezzaMnemosineMuseNecropoli

Copyright: © 2018 Rachele Cera. This is an open-access work distributed under the terms of the Creative Commons Attribution License (CC BY). The use, distribution or reproduction is permitted, provided that the original author(s) and the copyright owner(s) are credited and that the original publication is cited, in accordance with accepted academic practice. The license allows for commercial use. No use, distribution or reproduction is permitted which does not comply with these terms.