Home > Catalogo > Axon > 3 | 1 | 2019 > Sanatio di Publius Granius Rufus da Lebena
« articolo precedente | articolo successivo »
cover
cover

Sanatio di Publius Granius Rufus da Lebena

Matteo Rivoli    Alma Mater Studiorum Università di Bologna, Italia    

VIEW PDF DOWNLOAD PDF

abstract

Testo di sanatio inciso su lastra marmorea, mutilo della sezione finale e proveniente dall’area sacra di Asclepio a Lebena (Creta). Si tratta del lascito individuale di Publius Granius Rufus, romano probabilmente vissuto tra I secolo a.C. e I secolo d.C. Egli si era rivolto al dio nel tentativo di curare una tosse cronica, il cui rimedio si può immaginare sia stato prescritto al malato durante la pratica rituale dell’incubazione. È verosimile che tale epigrafe fosse esposta nei pressi del tempio, dove poteva essere vista, insieme ad altri documenti affini, dai frequentatori del santuario.

Pubblicato
28 Giugno 2019
Accettato
02 Aprile 2019
Presentato
02 Marzo 2019
Lingua
IT

Keywords: AsclepioPublius Granius RufusGuarigione miracolosaIncubatioLebena

Copyright: © 2019 Matteo Rivoli. This is an open-access work distributed under the terms of the Creative Commons Attribution License (CC BY). The use, distribution or reproduction is permitted, provided that the original author(s) and the copyright owner(s) are credited and that the original publication is cited, in accordance with accepted academic practice. The license allows for commercial use. No use, distribution or reproduction is permitted which does not comply with these terms.