Home > Catalogo > Axon > 4 | 1 | 2020 > Concessioni di cittadinanza del koinon dei Trifili
cover
cover

Concessioni di cittadinanza del koinon dei Trifili

Francesco Maniglia    Alma Mater Studiorum, Università di Bologna, Italia    

VIEW PDF DOWNLOAD PDF

abstract

Nel 1978, durante i lavori di scavo presso un tempio dorico a Mazi (odierna Skillountia), fu rinvenuta una piccola tabella di bronzo iscritta. Si tratta di un decreto votato dal koinon dei Trifili riguardante una concessione di cittadinanza a tredici iscritti, con annessa una minaccia di empietà nei riguardi di Atena per gli eventuali trasgressori. Il documento si inserisce in un periodo storico che vede la creazione di stati indipendenti a seguito della liberazione dei perieci elei per merito di Sparta alla fine della guerra d’Elide. Il provvedimento, che assegna i neocittadini al corpo civico dei Macisti, getta nuova luce non solo sulle prerogative della confederazione dei Trifili i quali, assegnando arbitrariamente la politeia ai suoi stati membri, sembra limitarne l’autonomia, ma si inserisce nel più ampio dibattito sull’ubicazione della polis di Makistos, e sul ruolo che il tempio di Mazi doveva rivestire.

Pubblicato
22 Giugno 2020
Accettato
03 Aprile 2020
Presentato
02 Marzo 2020
Lingua
IT

Keywords: MaziPerieci eleiSkillountiaKoinonDecretoMakistosGuerra d’ElidePoliteiaCittadinanzaTrifili

Copyright: © 2020 Francesco Maniglia. This is an open-access work distributed under the terms of the Creative Commons Attribution License (CC BY). The use, distribution or reproduction is permitted, provided that the original author(s) and the copyright owner(s) are credited and that the original publication is cited, in accordance with accepted academic practice. The license allows for commercial use. No use, distribution or reproduction is permitted which does not comply with these terms.