Home > Catalogo > Axon > 6 | 2 | 2022 > Decreto onorario ateniese per Timonda (o Memnone) di Rodi
cover
cover

Decreto onorario ateniese per Timonda (o Memnone) di Rodi

Livia De Martinis    Università Cattolica del Sacro Cuore, Milano, Italia    

VIEW PDF DOWNLOAD PDF

abstract

La stele restituisce un decreto onorario ateniese del 327‑326 a.C. L’onorato è Timonda, di cui il noto Memnone di Rodi era lo zio paterno. Le ragioni per cui Atene decise di onorarlo sembrerebbero risiedere nel suo essersi speso presso Alessandro a favore di mercenari e ambasciatori greci e ateniesi caduti prigionieri del Macedone dopo la morte di Dario III. Il documento attesterebbe, dunque, una forma di opposizione da parte di Atene a quella politica con cui il Macedone, insediando in Oriente i mercenari greci che aveva catturato e/o inglobato nelle file del proprio esercito, voleva evitare il rischio del ritorno in patria di masse di cittadini abituati a combattere.

Pubblicato
12 Dicembre 2022
Accettato
14 Ottobre 2022
Presentato
16 Luglio 2022
Lingua
IT

Keywords: Golden crownGreek mercenariesAlexanderMemnonHonorific decreeAthensThymondasPersia

Link AXON 517
Copyright: © 2022 Livia De Martinis. This is an open-access work distributed under the terms of the Creative Commons Attribution License (CC BY). The use, distribution or reproduction is permitted, provided that the original author(s) and the copyright owner(s) are credited and that the original publication is cited, in accordance with accepted academic practice. The license allows for commercial use. No use, distribution or reproduction is permitted which does not comply with these terms.