Lexis Supplementi Studi di Letteratura Greca e Latina | Studi di Filosofia Antica | Fonti, testi e commenti

Collana | Lexis Supplementi
Volume 8 | Monografia | L’Orestea di Eschilo nelle parole di Pier Paolo Pasolini

L’Orestea di Eschilo nelle parole di Pier Paolo Pasolini

open access | peer reviewed
  • Cecilia Angioni - Independent Scholar - email

Abstract

Siracusa, teatro greco, 1960: l’attesa rappresentazione dell’Orestea del Teatro popolare italiano (Gassman, Lucignani) con traduzione di Pasolini fa parlare di sé. Il testo pare del tutto nuovo, fa storcere il naso ai classicisti in generale. È un’interpretazione fondamentalmente marxista e non nuova della trilogia, tuttavia Pasolini vi infonde la propria sensibilità poetica e ne fa un testo magmatico e potente. Si è scritto molto sulla rappresentazione e sull’intento politico del testo, tuttavia con poca attenzione al piano strettamente linguistico dell’operazione poetica. Il saggio si propone di guidare il lettore, parola per parola, attraverso la costruzione di una trilogia originale, ancora eschilea ma intessuta delle inconfondibili parole di Pasolini. Il testo risulta a tutt’oggi una delle rese più enigmatiche della lingua di Eschilo.

Keywords OresteaClassical ReceptionAeschylusTranslationPasolini

Permalink http://doi.org/10.30687/978-88-6969-610-7 | ISBN (PRINT) 978-88-6969-611-4 | e-ISBN 978-88-6969-610-7 | Numero pagine 110 | Dimensioni 16x23cm | Pubblicato 30 Maggio 2022 | Accettato 20 Gennaio 2022 | Presentato 29 Settembre 2021 | Lingua fr, it

downloadfile_download

  • file_download 701
  • search 753

Sommario