Home > Catalogo > Axon > 7 | 1 | 2023 > Legge sacra da Smirne dal santuario di un’ignota divinità femminile
cover
cover

Legge sacra da Smirne dal santuario di un’ignota divinità femminile

Francesco Sorbello    Università di Pavia, Italia    

VIEW PDF DOWNLOAD PDF

abstract

L’iscrizione, rinvenuta a Smirne, è datata tra la fine del II e il I secolo a.C. Presenta una serie di prescrizioni atte a tutelare i beni del santuario di un’anonima dea, in particolare i suoi pesci sacri e il loro allevamento (ichthyotrophion). Sulla base di questi elementi, è possibile ipotizzare che si tratti della siriana Atargatis, del cui culto siamo informati da autori quali Luciano di Samosata ed Eliano, che ricordano il legame della dea con i pesci e menzionano l’esistenza di vivai nei suoi santuari. In età ellenistica, il culto degli dèi siriani si diffonde capillarmente nel mondo greco, importato da comunità di negotiatores siro-fenici che si stabiliscono nelle principali città portuali dell’Egeo, dove fondano, come a Delo, santuari e associazioni di culto.

Pubblicato
03 Agosto 2023
Accettato
06 Aprile 2023
Presentato
17 Gennaio 2023
Lingua
IT

Keywords: Ancient SmyrnaSacred fishesAtargatisIchthyotrophionClaudius AelianusNegotiatoresDelosLucian of SamosataSanctuary

Link AXON 525
Copyright: © 2023 Francesco Sorbello. This is an open-access work distributed under the terms of the Creative Commons Attribution License (CC BY). The use, distribution or reproduction is permitted, provided that the original author(s) and the copyright owner(s) are credited and that the original publication is cited, in accordance with accepted academic practice. The license allows for commercial use. No use, distribution or reproduction is permitted which does not comply with these terms.