Eurasiatica

Quaderni di studi su Balcani, Anatolia, Iran, Caucaso e Asia Centrale
     topic: culture del medio ed estremo oriente e dell’africa mediterranea  
Presentazione

La serie Eurasiatica. Quaderni di Studi su Balcani, Anatolia, Iran, Caucaso e Asia Centrale nasce per occuparsi specificamente di una vasta area, composita ma interrelata che, oltre alla tradizionale rilevanza storico-culturale, sta assumendo un crescente rilievo politico ed economico. La collocazione di questa serie all’interno delle Edizioni Ca’ Foscari deriva al tempo stesso dalla forte tradizione di studi su Balcani, Caucaso e Asia Centrale presente nel nostro Ateneo, dove vengono infatti insegnate le principali lingue di queste regioni – albanese, bulgaro, neogreco, romeno, serbo-croato, russo, persiano, turco e armeno. Gli studi pubblicati in questa collana mirano a fornire uno strumento di elevato livello scientifico a carattere multidisciplinare in diversi campi di ricerca (archeologia, arte, antropologia, etnologia ed etnomusicologia, linguistica, filologia, folklore, religione, storia, geopolitica). In particolare, a partire dal 2020, la collana ha ampliato e arricchito il suo campo di indagine, dedicando un filone ai temi di storia dell’arte e dell’architettura riguardanti il vicino Oriente cristiano e in particolare l’area della Subcaucasia, termine con il quale si intende il territorio dell’Armenia storica, e le regioni del Caucaso meridionale fino all’Anatolia, all’Iran e alla Mesopotamia superiore. L’iniziativa è frutto della collaborazione tra il Dipartimento di Filosofia e Beni Culturali (cattedra di Storia dell’arte medievale) e il Dipartimento di Studi sull’Asia e sull’Africa Mediterranea (cattedra di Lingua e Letteratura armena) nell’ambito dei Seminari di Arte armena e dell’Oriente cristiano.