Axon
2 | 1 | 2018

Axon
2 | 1 | 2018

  pdf


Views 36

Tema
chevron_rightScienze dell’antichità

Lingua
it

e-ISSN
chevron_right2532-6848

Fascicolo
Vol. 2 | Num. 1 | Giugno 2018

Condividi

Metadati

Axon | 2 | 1 | 2018

Dediche votive per vittorie di Attalo I

Elettra Paladini
Alma Mater Studiorum Università di Bologna, Italia
elettra.paladini@studio.unibo.it

DOI 10.30687/Axon/2532-6848/2018/01/017

Submitted 10 Gen 2018
Accepted 14 Apr 2018

Abstract

Le sette iscrizioni, rinvenute a Pergamo e incise in origine su un lungo basamento costruito nella piazza del santuario della divinità poliade Atena Nikephoros, celebrano le vittorie conseguite da Attalo I all’inizio del suo regno, precisamente in un arco temporale di circa quindici anni, dal 241/240 a.C. al 224/223 a.C. I nemici sconfitti risultano essere i Galati, Antioco Ierace e gli strateghi di Seleuco III insieme a Lysias, membro della dinastia dei Filomelidi. La prima di queste vittorie, ottenuta presso le rive del fiume Caico contro i soli Galati intorno al 240 a.C., consentì ad Attalo I di assumere il titolo ufficiale di Σωτήρ e di essere riconosciuto come βασιλεύς. I successi del sovrano attalide furono tali da ricevere l’onore di altri due monumenti trionfali, eretti sempre nella piazza del santuario di Atena; in tal modo, il luogo sacro si apprestava a diventare una sorta di scrigno architettonico destinato a commemorare le vittorie dei sovrani di Pergamo, segno dell’ideologia e della propaganda dinastiche inaugurate da Attalo I e proseguite a pieno dal suo successore Eumene II.

Keywords
Pergamo. Atena Nikephoros. Attalo I. Galati. Antioco Ierace. Seleuco III. Lysias. Caico. Soter. Basileus.

Creative Commons License This work is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International License 

Sommario
×
Campo DC Valore

dc.contributor.author

Paladini Elettra

dc.title

Dediche votive per vittorie di Attalo I

dc.type

Journal Article

dc.language.iso

it

dc.identifier.uri

http://doi.org/10.14277/2532-6848/2018/001/01

dc.description.abstract

Le sette iscrizioni, rinvenute a Pergamo e incise in origine su un lungo basamento costruito nella piazza del santuario della divinità poliade Atena Nikephoros, celebrano le vittorie conseguite da Attalo I all’inizio del suo regno, precisamente in un arco temporale di circa quindici anni, dal 241/240 a.C. al 224/223 a.C. I nemici sconfitti risultano essere i Galati, Antioco Ierace e gli strateghi di Seleuco III insieme a Lysias, membro della dinastia dei Filomelidi. La prima di queste vittorie, ottenuta presso le rive del fiume Caico contro i soli Galati intorno al 240 a.C., consentì ad Attalo I di assumere il titolo ufficiale di Σωτήρ e di essere riconosciuto come βασιλεύς. I successi del sovrano attalide furono tali da ricevere l’onore di altri due monumenti trionfali, eretti sempre nella piazza del santuario di Atena; in tal modo, il luogo sacro si apprestava a diventare una sorta di scrigno architettonico destinato a commemorare le vittorie dei sovrani di Pergamo, segno dell’ideologia e della propaganda dinastiche inaugurate da Attalo I e proseguite a pieno dal suo successore Eumene II.

dc.relation.ispartof

Axon

dc.relation.ispartof

Vol. 2 | Num. 1 | Giugno 2018

dc.publisher

Edizioni Ca’ Foscari - Digital Publishing

dc.date.issued

2018-06-29

dc.dateAccepted

2018-01-10

dc.dateSubmitted

2018-04-14

dc.identifier.issn

dc.identifier.eissn

2532-6848

dc.rights

Creative Commons 4.0 Attribution alone

dc.rights.uri

http://creativecommons.org/licenses/by/4.0/

dc.subject

Pergamo

dc.subject

Atena Nikephoros

dc.subject

Attalo I

dc.subject

Galati

dc.subject

Antioco Ierace

dc.subject

Seleuco III

dc.subject

Lysias

dc.subject

Caico

dc.subject

Soter

dc.subject

Basileus

Download

×