Chi Siamo

Chi Siamo

Edizioni Ca’ Foscari

Le Edizioni Ca’ Foscari (ECF) pubblicano riviste e collane monografiche in formato digitale in tutti gli ambiti della ricerca accademica. Tutte le pubblicazioni sono messe a disposizione via internet con accesso libero e gratuito, nell’intento di alimentare e favorire la libera condivisione del sapere.
Tutti i testi e le ricerche giungono alla pubblicazione dopo un processo di valutazione da parte del comitato scientifico, che ne accerta la qualità. Sono quindi sottoposti a un’attenta cura editoriale e vengono trattati ai fini dell’indicizzazione nelle grandi banche dati bibliografiche online.
Secondo questo orientamento editoriale, le Edizioni Ca’ Foscari nascono nel 2011 con il proposito di favorire la diffusione dei risultati della ricerca all’interno dell’Ateneo e da qui alla comunità scientifica nazionale e internazionale, basandosi sulle opportunità offerte dalle tecnologie digitali.

Presidente
prof. Eugenio Burgio (Università Ca’ Foscari Venezia)
Comitato editoriale
prof. Vincenzo Arsillo (Università Ca’ Foscari Venezia)
prof.ssa Agar Brugiavini (Università Ca’ Foscari Venezia)
dott. Giovanni Colavizza (Ecole Polytechnique Fédérale de Lausanne, CH)
prof. Giulio Giorello (Università degli Studi di Milano)
Direttore editoriale

dott. Massimiliano Vianello
ecf_direttore@unive.it
T. 041 234 8080

Redazione

dott.ssa Martina Modena
dott.ssa Francesca Prevedello
dott.ssa Mariateresa Sala
ecf_redazione@unive.it
T. 041 234 7072

Cosa facciamo

1 Posizionamento e linea editoriale

Edizioni Ca’ Foscari svolge la propria attività nello specifico settore dell’editoria scientifica adottando i principi dell’Open Access di cui percorre la cosiddetta ‘golden road’, che prevede la diretta e immediata accessibilità della ricerca scientifica pubblicata.
All’interno di tale profilo, Edizioni Ca’ Foscari adotta una metodologia che prevede: 

  1. la double-blind peer review;
  2. l’editing integrale e la verifica della conformità a norme editoriali condivise nella comunità scientifica internazionale; 
  3. la produzione e la gestione di metadata utili alla disseminazione della ricerca pubblicata.

Ogni rivista o volume, e i singoli contributi al loro interno, sono pubblicati in formato PDF liberamente consultabili e scaricabili. Viene prodotta anche un’edizione a stampa, laddove richiesto, che può essere distribuita commercialmente, laddove opportuno.
Obiettivo ultimo di Edizioni Ca’ Foscari è quello di utilizzare le pubblicazioni prodotte per favorire la disseminazione della ricerca scientifica a beneficio di Università Ca’ Foscari Venezia, così come di altre università o istituzioni di ricerca che hanno pubblicato e pubblicheranno con esse.



2 Processi e strumenti

Nel processo che porta dalla ‘domanda’ di pubblicazioni scientifiche sino alla loro pubblicazione e disseminazione, Edizioni Ca’ Foscari si inserisce con il proprio modello di produzione.
Questo è costituito da un flusso editoriale che integra organicamente in un’unica piattaforma, ideata e realizzata da ECF stessa, i processi di:

  1. peer review (validazione scientifica);
  2. gestione degli utenti: editors, autori, reviewers;
  3. organizzazione dei contenuti editoriali; 
  4. attribuzione di licenze Creative Commons;
  5. uniformazione dei contenuti a standard condivisi;
  6. impaginazione tipografica;
  7. gestione della programmazione editoriale;
  8. gestione dei contenuti del sito web pubblico;
  9. produzione e disseminazione dei metadata (DOI Crossref e Datacite; Orcid).

Questi processi hanno come obiettivi: 

  1. l’ottimizzazione delle risorse economiche e quindi dei costi, a beneficio dei fondi di ricerca di Ca’ Foscari o di chi altri si rivolga a ECF;
  2. veicolare e diffondere la ricerca scientifica.

Questo duplice risultato si riflette sull’ente di ricerca committente che, oltre ad aver prodotto pubblicazioni valide dal punto scientifico e di qualità, beneficia anche della visibilità e trasmissibilità garantite dalle prassi dell’Open Access.



3 Flusso editoriale

Il flusso editoriale prevede tappe e ruoli ben prestabiliti, che coinvolgono nei momenti opportuni ECF, gli Editor di riviste e collane, gli Autori, i Revisori. Le attività si svolgono sui binari paralleli dei gruppi di ricerca che lavorano alla realizzazione dei contenuti e la casa editrice che supporta le varie fasi, sino a entrare in gioco nella produzione e pubblicazione conclusive.



4 I nostri autori e revisori nel mondo

I benefici del modello Open Access sono numerosi. Uno di questi è la pressoché totale assenza di barriere. Questo sia nel diffondere le pubblicazioni, sia nella capacità di coinvolgere ricercatori da tutto il mondo.
Il profilo internazionale di Università Ca’ Foscari Venezia si riflette sul numero e sulla composizione di coloro che nel corso degli ultimi 3 anni hanno pubblicato con essa in qualità di autori o hanno collaborato con riviste e collane come peer reviewers.

Contatti e Amministrazione

Edizioni Ca’ Foscari srl
Università Ca’ Foscari Venezia

Sede legale e operativa
Dorsoduro 3246, 30123 Venezia, Italia
041 234 8080 - ecf_amministrazione@unive.it

PI 04375110279 - CF 04375110279
REA VE 407274 - ATECO 58.19.00
IBAN IT43I0335901600100000145274

edizionicafoscari@legalmail.it

Documentazione

Regolamento delle spese di importo inferiore alla soglia europea
per l'acquisizione di beni e servizi
(adottato dall’Amministratore unico in data 11 luglio 2018)
ART. 1 – OGGETTO DEL REGOLAMENTO
  1. Il presente Regolamento, adottato ai sensi dell’art. 36 del D.Lgs.50/16, disciplina il sistema delle procedure di effettuazione delle spese di importo inferiore alla soglia europea per l’acquisizione di beni e servizi individuati con specifico riguardo alle esigenze di Edizioni Ca’ Foscari S.r.l. (d’ora in avanti Committente) entro i limiti riportati negli articoli seguenti.
  2. Le disposizioni del presente Regolamento sono finalizzate ad assicurare lo sviluppo di processi d’acquisto in termini temporali ristretti e con modalità semplificate, nel rispetto dei principi di efficacia, efficienza ed economicità dell’azione amministrativa.
ART. 2 – LIMITI DI IMPORTO E DIVIETO DI FRAZIONAMENTO
  1. Le procedure per l’acquisizione in economia di forniture di beni e servizi sono consentite per importo inferiore alla soglia comunitaria di cui all’art. 35, co. 1, lett. c), del D.Lgs. 50/16 e successive modificazioni ed aggiornamenti. Gli importi sono sempre da intendersi al netto degli oneri fiscali (I.V.A.).
  2. Le forniture di beni e servizi non potranno essere frazionate artificiosamente allo scopo di ricondurne l'esecuzione alla disciplina del presente Regolamento.
ART. 3 – MODALITA’ DI ACQUISIZIONE SOTTO SOGLIA
  1. L’acquisizione degli interventi sotto soglia può avvenire:
    1. in amministrazione diretta;
    2. tramite affidamento diretto o procedura negoziata.
  2. Nell’amministrazione diretta le acquisizioni di beni e servizi non richiedono l’intervento di alcun imprenditore; sono eseguiti dal personale dipendente della Committente impiegando materiali, mezzi e quanto altro occorra, anche nella disponibilità dello stesso ente ovvero reperiti sul mercato con procedimento autonomo in economia; sono eseguite, altresì, in amministrazione diretta le forniture a pronta consegna.
  3. Sono eseguiti mediante affidamento diretto o procedura negoziata gli interventi per i quali si rende necessario, ovvero opportuno, l’affidamento a soggetti esterni alla Committente, purché in possesso dei necessari requisiti.
  4. ART. 4 – PROCEDURA NEGOZIATA ED AFFIDAMENTO DIRETTO
    1. L’affidamento dei servizi e l’acquisizione dei beni possono essere effettuati per importi pari o superiori ad Euro 40.000 ed inferiori alla soglia di rilevanza comunitaria, mediante procedura negoziata, da parte del Responsabile del Procedimento, nel rispetto dei principi di trasparenza, rotazione, parità di trattamento, attraverso la consultazione di n. 5 operatori economici da individuarsi tramite:
      1. elenchi permanenti (salva la facoltà della stazione appaltante di espletare comunque specifica indagine di mercato per l’interpello di operatori economici non iscritti all’elenco, in via esclusiva o concorrente con quelli già iscritti);
      2. elenchi predisposti per l’occasione con indagine di mercato esperita dal Responsabile del Procedimento avvalendosi di qualsiasi strumento disponibile, procedendo almeno a mezzo telefax, telefono, internet, e-mail, ovvero mediante il portale del Mercato Elettronico della PA (MEPA).
      Per importi inferiori ad Euro 40.000 l’affidamento dei servizi e l’acquisizione dei beni possono essere effettuati in via diretta con provvedimento del Responsabile del Procedimento adeguatamente motivato, contenente la dimostrazione della corrispondenza del caso concreto alla fattispecie ammessa dalla norma, la dichiarazione di idoneità del contraente prescelto e di congruità del prezzo.
    ART. 5 – SCELTA DEL CONTRAENTE MEDIANTE CONSULTAZIONE DI ALMENO CINQUE OPERATORI ECONOMICI
    1. Per l’acquisto di beni e servizi secondo la procedura di cui all’art. 5, comma 1, n. 2, il Responsabile del Procedimento provvede a richiedere per iscritto almeno cinque preventivi ad imprese del settore.
    2. Nel caso di appalti di importo pari o superiore a 40.000 Euro ed inferiore a 150.000 Euro:
        • la lettera d’invito deve contenere, in linea di massima, i seguenti elementi:
        • l'oggetto della prestazione, le relative caratteristiche tecniche e il suo importo massimo previsto, con esclusione dell'IVA;
        • le garanzie richieste all’affidatario del contratto;
        • il termine di presentazione delle offerte;
        • il periodo in giorni di validità delle offerte stesse;
        • l'indicazione del termine per l'esecuzione della prestazione;
        • il criterio di aggiudicazione prescelto;
        • gli elementi di valutazione, nel caso si utilizzi il criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa;
        • l'eventuale clausola che preveda di non procedere all’aggiudicazione nel caso di presentazione di un’unica offerta valida;
        • la misura delle penali, determinata in conformità delle disposizioni del codice e del presente regolamento;
        • l'obbligo per l’offerente di dichiarare nell’offerta di assumere a proprio carico tutti gli oneri assicurativi e previdenziali di legge, di osservare le norme vigenti in materia di sicurezza sul lavoro e di retribuzione dei lavoratori dipendenti, nonché di accettare condizioni contrattuali e penalità;
        • l'indicazione dei termini di pagamento;
        • i requisiti soggettivi richiesti all’operatore economico, e la richiesta allo stesso di rendere apposita dichiarazione in merito al possesso dei requisiti soggettivi richiesti.
      1. tra l’invio della lettera d’invito ed il termine di presentazione dei preventivi deve decorrere un termine congruo, non inferiore a cinque giorni solari;
      2. la stazione appaltante potrà prevedere, in base alle specifiche esigenze, l’indicazione di requisiti di ammissione alla procedura.
    3. Nel caso di importi pari o superiori a 150.000 Euro, si segue la medesima procedura di cui al comma 2, ma il termine di cui alla lettera b) è elevato ad otto giorni solari e il Responsabile del Procedimento provvede inoltre a dare adeguata pubblicità alla selezione attraverso il sito web della Committente secondo le modalità di cui alla Comunicazione della Commissione CE del 1o agosto 2006.
    4. E’ riconosciuta validità di preventivo anche alle offerte pubblicamente disponibili (cataloghi cartacei, rete internet ecc.), purché risultino conformi all’art. 1336 c.c., ed a quelle presenti sul portale del Mercato Elettronico della PA (MEPA).
    5. Si potrà prescindere dalla richiesta di cinque preventivi nel caso di nota specialità del bene o servizio d’acquisire, in relazione alle caratteristiche tecniche o di mercato e, comunque, in tutti i casi in cui non sussista un tale numero di soggetti idonei. In tali casi, dovrà comunque essere inviata richiesta di preventivo a tutti i soggetti ritenuti idonei, anche se inferiori a cinque.
    ART. 6 – ELENCHI DI FORNITORI
    1. Agli elenchi permanenti di cui al precedente art. 4, comma 1, n. 1) e agli elenchi occasionali di cui al n.2) possono essere iscritti i soggetti che ne facciano richiesta e che siano in possesso dei requisiti di idoneità morale, capacità professionale ed economico-finanziaria;
    ART. 7 – RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO
    1. L’esecuzione delle acquisizioni di importo inferiore alla soglia europea viene disposta dal Responsabile del Procedimento, che provvede altresì ad effettuare l’aggiudicazione definitiva.
    ART. 8 – QUALIFICAZIONE DELLE IMPRESE
    1. Per partecipare alle procedure di cui al presente Regolamento, le imprese devono possedere i requisiti di cui agli artt. 80 e 83 del D.Lgs. 50/2016. La Committente può richiedere, a seconda della complessità e del valore dell’appalto, la dimostrazione del possesso dei requisiti di cui agli articoli 34, 82 e 83 del D.Lgs. 50/2016.
    ART. 9 – CRITERI DI AFFIDAMENTO
    1. Le forniture e prestazioni di beni e servizi previsti dal presente Regolamento sono affidati in base ad uno dei seguenti criteri:
      1. minor prezzo: qualora la fornitura dei beni o l’espletamento dei servizi oggetto del contratto debba essere conforme ad appositi capitolati tecnici ovvero alle dettagliate descrizioni contenute nella lettera di invito, ovvero per i servizi e le forniture con caratteristiche standardizzate o le cui condizioni sono definite dal mercato o se caratterizzate da elevata ripetitività;
      2. offerta economicamente più vantaggiosa: valutabile in base ad elementi diversi, variabili a seconda della natura della prestazione, quali ad esempio il prezzo, il termine di esecuzione o di consegna, i termini di pagamento, il costo di utilizzazione, il rendimento, la qualità, il carattere estetico e funzionale, il valore tecnico, il servizio successivo alla vendita, l’assistenza tecnica ecc. In questo caso, i criteri che saranno applicati per l’aggiudicazione della gara devono essere menzionati nella lettera di invito.
    ART. 10 – CONTRATTO
    1. L’affidamento diretto e la procedura negoziata possono essere regolati da scrittura privata semplice, oppure da apposita lettera con la quale è disposta l’ordinazione dei beni o dei servizi, ovvero dal modulo rilasciato dal portale del Mercato Economico della PA (MEPA). Tali atti devono riportare i medesimi contenuti previsti nella lettera d’invito o far esplicito richiamo ad essi.
    2. Le attività negoziali e gli ordinativi di fornitura, per quanto possibile, possono essere effettuate con ogni mezzo, favorendo l’introduzione di modalità telematiche al fine di modernizzare e semplificare le procedure e di accelerare le fasi di acquisto.
    3. Tutte le eventuali spese di contratto (bolli, registrazione, copie, etc.) sono a carico del fornitore.
    ART. 11 – GARANZIE
    1. A garanzia dei prodotti forniti o della regolare esecuzione dei servizi potrà essere richiesta al fornitore, nei casi di importo superiore a 150.000 Euro, una garanzia sino al 10% (dieci per cento) dell’importo di affidamento (cauzione definitiva).
    2. Tale garanzia resta vincolata fino al momento in cui sono esauriti tutti gli obblighi derivanti dal contratto, dovrà essere costituita mediante cauzione oppure fidejussione bancaria o polizza assicurativa, prevedendo inoltre la rinuncia al beneficio della preventiva escussione del debitore principale, la rinuncia all’eccezione di cui all’art. 1957 c.c. nonché la sua operatività entro 15 (quindici) giorni a semplice richiesta scritta della Fondazione.
    ART. 12 – SUBAPPALTO
    1. L'Appaltatore potrà subappaltare a terzi l’esecuzione di parte della prestazione di beni e/o servizi oggetto dell’incarico solamente alle condizioni prescritte dall’art. 105 del d.lgs. 50/2016, pena la risoluzione di diritto del contratto come previsto dall’articolo 1656 c.c.
    ART. 13 – NORME DI RINVIO
    1. Gli importi di spesa indicati nel presente Regolamento sono sempre “oneri fiscali esclusi”.
    2. Per quanto non espressamente disciplinato dal presente Regolamento si fa rinvio alle vigenti disposizioni legislative e regolamentari.
    3. Qualora disposizioni normative e regolamentari successive all’entrata in vigore del presente Regolamento modifichino i massimali e i limiti di spesa, il presente regolamento si intende modificato automaticamente, a decorrere dalla data della loro entrata in vigore.
    ART. 14 – ENTRATA IN VIGORE E PUBBLICAZIONE
    1. Il presente Regolamento entra in vigore il giorno successivo a quello della sua adozione da parte dell’Amministratore Unico di Edizioni Ca’ Foscari S.r.l.

    L’Amministratore Unico
    Dott. Massimiliano Vianello

  Download 

Copyright & Credits

Copyright

© Edizioni Ca’ Foscari srl 2016-2018

Credits
Francesco Andrea Antoniazzi, Venezia
Giuseppe Bonelli, Updoc, Milano
Marco Busato, Venezia
Alessandro Fontana, Venezia
Luca Fornili, Palermo

Progetto grafico

Matteo Rosso, Sebastiano Girardi Studio, Venezia

×