Axon
2 | 2 | 2018

Axon
2 | 2 | 2018

Download free PDF

  pdf
Views 9
Downloads 2

Topic
chevron_rightAntiquity Studies

Language
it

e-ISSN
chevron_right2532-6848

Online issue
Vol. 2 | Num. 2 | Dicembre 2018

Share

Metadati

Axon | 2 | 2 | 2018

Decreto di Pergamo per il sacerdote Athenaios

Maria Francesca Melloni
Alma Mater Studiorum Università di Bologna, Italia
maria.melloni@studio.unibo.it

DOI 10.30687/Axon/2532-6848/2018/02/013

Submitted 20 Dec 2018
Accepted 20 Sep 2018

Abstract

Il decreto di Pergamo, che si data al regno del re Attalo III (post 8 ottobre 135 a.C.-primavera 133 a.C.) contiene disposizioni riguardanti la sfera cultuale e religiosa del regno attalide. Restano la sanzione circa la validità del decreto come legge per l’eternità e tre lettere contenute in coda al decreto. Si tratta di tre esemplari di epistola: la prima (A) è inviata dal re Attalo II ad Athenaios (I), suo cugino; la seconda (B) dal re Attalo III alla città di Cizico; la terza dal re Attalo III alla città di Pergamo. In particolare, l’epistola (A), datata al 25 dicembre 142 a. C., riguarda la nomina di Athenaios (II), nipote di Athenaios (I), a sacerdote di Dioniso Kathegemon dopo la morte del padre Sosandros, genero di Athenaios (I), che ha ricoperto tale carica a vita: il re Attalo II dà notizia al nonno di Athenaios (II), i.e Athenaios (I), della carica sacerdotale affidata al nipote. Nell’epistola(B), datata all’8 ottobre 135 a. C., il re Attalo III si rivolge alla città di Cizico e la esorta a tributare privilegi al concittadino Athenaios (II), originario di Cizico per via materna, già sacerdote di Zeus Sabazios dal 142 a. C. Infine, nell’epistola(C), datata al 5 ottobre 135 a. C., il re Attalo III stabilisce che la città di Pergamo inserisca tra le leggi sacre della città le disposizioni riguardanti il culto di Zeus Sabazios ed i privilegi concessi ad Athenaios (II), contenute nell’epistola (C): la riforma religiosa prevede che Zeus Sabazios, in virtù delle sue epifanie e del suo ruolo di soccorritore del regno attalide, diventi σύνναος di Atena, che nuovi riti e sacrifici vengano consacrati al dio e che Athenaios (II), già sacerdote di Zeus Sabazios, sia riconfermato nella sua carica nel nuovo assetto del culto.

Keywords
Pergamo. Attalidi. Attalo III. Attalo II. Zeus Sabasios. Dioniso Kathegemon. Cizico.

Creative Commons License This work is licensed under a Creative Commons Attribution 4.0 International License 

Table of contents
×
Campo DC Valore

dc.contributor.author

Melloni Maria Francesca

dc.title

Decreto di Pergamo per il sacerdote Athenaios

dc.type

Journal Article

dc.language.iso

it

dc.identifier.uri

http://doi.org/10.14277/Axon/2532-6848/2018/02/013

dc.description.abstract

Il decreto di Pergamo, che si data al regno del re Attalo III (post 8 ottobre 135 a.C.-primavera 133 a.C.) contiene disposizioni riguardanti la sfera cultuale e religiosa del regno attalide. Restano la sanzione circa la validità del decreto come legge per l’eternità e tre lettere contenute in coda al decreto. Si tratta di tre esemplari di epistola: la prima (A) è inviata dal re Attalo II ad Athenaios (I), suo cugino; la seconda (B) dal re Attalo III alla città di Cizico; la terza dal re Attalo III alla città di Pergamo. In particolare, l’epistola (A), datata al 25 dicembre 142 a. C., riguarda la nomina di Athenaios (II), nipote di Athenaios (I), a sacerdote di Dioniso Kathegemon dopo la morte del padre Sosandros, genero di Athenaios (I), che ha ricoperto tale carica a vita: il re Attalo II dà notizia al nonno di Athenaios (II), i.e Athenaios (I), della carica sacerdotale affidata al nipote. Nell’epistola(B), datata all’8 ottobre 135 a. C., il re Attalo III si rivolge alla città di Cizico e la esorta a tributare privilegi al concittadino Athenaios (II), originario di Cizico per via materna, già sacerdote di Zeus Sabazios dal 142 a. C. Infine, nell’epistola(C), datata al 5 ottobre 135 a. C., il re Attalo III stabilisce che la città di Pergamo inserisca tra le leggi sacre della città le disposizioni riguardanti il culto di Zeus Sabazios ed i privilegi concessi ad Athenaios (II), contenute nell’epistola (C): la riforma religiosa prevede che Zeus Sabazios, in virtù delle sue epifanie e del suo ruolo di soccorritore del regno attalide, diventi σύνναος di Atena, che nuovi riti e sacrifici vengano consacrati al dio e che Athenaios (II), già sacerdote di Zeus Sabazios, sia riconfermato nella sua carica nel nuovo assetto del culto.

dc.relation.ispartof

Axon

dc.relation.ispartof

Vol. 2 | Num. 2 | Dicembre 2018

dc.publisher

Edizioni Ca’ Foscari - Digital Publishing

dc.date.issued

2018-12-20

dc.dateAccepted

2018-12-20

dc.dateSubmitted

2018-09-20

dc.identifier.issn

dc.identifier.eissn

2532-6848

dc.rights

Creative Commons 4.0 Attribution alone

dc.rights.uri

http://creativecommons.org/licenses/by/4.0/

dc.subject

Pergamo

dc.subject

Attalidi

dc.subject

Attalo III

dc.subject

Attalo II

dc.subject

Zeus Sabasios

dc.subject

Dioniso Kathegemon

dc.subject

Cizico

Download

×